Collegati con noi

Corona Virus

Coronavirus in Campania: pochissimi tamponi, 90 contagiati, 1 morto e 19 pazienti in terapia intensiva

Marina Delfi

Pubblicato

del

Pochi tamponi (quasi 2845) e molti positivi in Campania che anche oggi fa registrare 90 contagiati.

Questo il bollettino di oggi:

Positivi del giorno: 90
Tamponi del giorno: 2.845

Totale positivi: 9.215
Totale tamponi: 501.568

​Deceduti del giorno: 1
Totale deceduti: 452

Guariti del giorno: 26
Totale guariti: 4.759 (di cui 4.755 completamente guariti e 4 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti divenuti asintomatici ma ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

* Di cui 10 casi di rientro o connessi a precedenti positivi da rientro.

Advertisement

Corona Virus

Coronavirus in Italia, 1392 postivi e 14 morti

amministratore

Pubblicato

del

Lieve aumento dei nuovi casi di Covid in Italia: 1.392 oggi, contro i 1.350 di ieri, ma con molti piu’ tamponi: 87.303, quasi 32mila piu’ di ieri. Superata cosi’ quota 300mila contagi dall’inizio dell’epidemia: i casi totali sono 300.897. Meno decessi oggi, 14 contro i 17 di ieri, per un totale di 35.738. Netto aumento dei guariti, 967 (ieri erano 352), 219.670 in tutto. E’ quanto emerge dal bollettino giornaliero del ministero della Salute.
A trainare la crescita dei contagi e’ oggi il Lazio, che fa segnare il suo record di sempre con 238 casi. Seguono Lombardia (182), Campania (156) e Veneto (119). Mentre segnalano vittime nelle 24 ore Lazio (4), Veneto (3), Lombardia (2) e una ciascuna Emilia Romagna, Piemonte, Liguria, Puglia e Sicilia. Il numero degli attualmente positivi, complice il boom dei guariti, sale di “sole” 410 unita’ (ieri erano 981), e arriva a 45.489. Ancora in netto aumento i ricoveri in regime ordinario, 129 in piu’ (ieri 110), per un totale di 2.604, mentre le terapie intensive salgono di altre 7 unita’ (ieri 10), e arrivano a 239. I pazienti in isolamento domiciliare sono 42.646.

Continua a leggere

Corona Virus

In Campania scende il numero di positivi al Covid-19 ma sono ancora pochi i tamponi

Avatar

Pubblicato

del

Scende il numero dei positivi al Coronavirus nelle ultime 24 ore in Campania, sono 156, ma è sempre basso il totale dei tamponi effettuati: 4310. Continuano purtroppo ad esserci persone che, positive al tampone, danno riferimenti inesistenti per i possibili contatti. Un comportamento irresponsabile che favorisce la diffusione del virus.

 

Questo il bollettino di oggi diffuso dall’Unità di crisi della Regione Campania:

Positivi del giorno: 156
Tamponi del giorno: 4.310

Totale positivi: 10.659
Totale tamponi: 548.330

​Deceduti del giorno: 0
Totale deceduti: 457

Guariti del giorno: 98
Totale guariti: 5.247

Continua a leggere

Corona Virus

“Posti Covid esauriti all’Ospedale Cotugno, subito restrizioni perchè in Campania la situazione è fuori controllo”

Avatar

Pubblicato

del

“Oggi non possiamo più parlare di casi di importazione per i soggetti che sono tornati dalle vacanze, abbiamo dei focolai autoctoni che si sono generati nella nostra regione e che stanno determinando un incremento del numero dei contagi e dei ricoveri. La cosa che più mi preoccupa, rispetto alla fase iniziale, è che molti siano asintomatici o che comunque presentino una scarsa sintomatologia”  ha detto Maurizio Di Mauro, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera dei Colli – Cotugno di Napoli a Radio Crc, annunciando un incontro, oggi alle 13, con il presidente De Luca. Di Mauro ha spiegato perchè, a suo modo di vedere “deve scattare assolutamente qualche elemento più restrittivo”. “Al di fuori dei nostri ospedali – aggiunge – sembra che non ci sia più nulla. Ho seguito eventi come quello di San Gennaro, ho visto troppe persone non indossare la mascherina e non rispettare il distanziamento. Non c’è più controllo. L’età media si sta rialzando e ciò vuol dire che a pagarne le conseguenze sono le persone più anziane o che hanno patologie pregresse. La Campania è una regione che ha dimostrato un grande senso di civiltà durante il lockdown, ora però ci siamo totalmente lasciati andare”. “Il Cotugno in questo momento è pieno per quanto riguarda i posti Covid – ha concluso Di Mauro – non voglio che torni ad essere l’ospedale Covid-19, abbiamo anche altri pazienti da curare. Occorre una programmazione su scala regionale. Bisogna dare assistenza a tutti i malati, nella prima fase infatti sono triplicati i morti per infarto. Siamo in tempo, abbiamo pochi pazienti in terapia intensiva, per questo la situazione deve restare sotto controllo, garantendo tutti i livelli assistenziali”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto