Collegati con noi

Sport

Champions, Juventus e Napoli ad un passo dalla qualificazione. Real Madrid e Tottenham a rischio

Avatar

Pubblicato

del

Panchine a rischio per Tottenham e Real Madrid.  Pochettino e Zidane potrebbero non mangiare il panettone nel caso di esclusione dal girone di  Champions giunto a metà del suo cammino. Nel quartetto italiano, l’Atalanta è quasi fuori. L’Inter deve vincere perchè rischia.  Juve e Napoli non devono distrarsi e ribadire il primato nel girone. Per loro la qualificazione è vicina. In Europa League impegni complicati per le romane: la Lazio gioca in casa del Celtic, la Roma riceve il Moenchengladbach, tornato a battersi per lo scudetto della Bundesliga. Non e’ una fase memorabile per le grandi d’Europa: a parte Tottenham e Real, il Bayern ha problemi interni e non svetta in patria, l’Atletico va maluccio, il Barca arranca senza Messi. La situazione più delicata è quella del Tottenham, ex finalista. Nell’ultimo mese una vittoria e due ko in 5 gare, un pari e il crac 2-7 col Bayern in Champions. Diventa pertanto decisiva la gara interna di domani con la Stella Rossa, se non vince la qualificazione diventa una chimera. Nello stesso girone B il Bayern cerca di staccarsi ulteriormente in vetta giocando in casa dell’Olympiacos. Situazione critica anche per il Real Madrid, che ha pensato bene di preparare la Champions perdendo a Majorca: molti infortuni e tanto turnover non giustificano Zidane che ha perso la testa della Liga, ma in Europa la situazione e’ sconfortante. Dopo il crollo di Parigi e lo sciagurato pari interno col Bruges, si trova nella necessita’ di vincere in un campo difficile come quello del Galatasaray. Per Zidane solo una vittoria nelle ultime quattro gare, quindi un ko potrebbe sancire l’addio. Il rinvio del Clasico sembra una benedizione per i madrileni. Nell’altra gara Psg favorito a Bruges, specie ora che Icardi sta segnando a raffica e si trova bene con Mbappe’ e Neymar.

Mauro Icardi. Il nuovo bomber del Psg

L’Inter di Conte deve mostrare il suo lato migliore per restare in corsa nel gruppo F dove è ultima. Nell’altra gara Barcellona favorita a Praga. Impegno facile sulla carta per la Juve contro il Lokomotiv Mosca. L’Atletico a fasi alterne dovrebbe sbarazzarsi nell’altra gara del deludente Leverkusen. La vittoria nel girone dovrebbe essere decisa nel ritorno tra Juve e Atletico. Il Napoli deve tornare da Salisburgo con una vittoria o comunque non deve perdere per avere molte chance di qualificazione. Il Liverpool dovrebbe avere la meglio sul Genk, ma visto il trascorso col Napoli meglio stare attenti. Nel gruppo H primo posto in gioco nella sfida Ajax-Chelsea mentre il Valencia cerca punti in casa del modesto Lilla. Nel gruppo G il Lipsia prova a scavalcare lo Zenit mentre il Lione di Garcia, che balbetta in Ligue1, cerca punti in casa del deludente Benfica per avvicinare la qualificazione. In Europa League la Roma prova a scuotersi dall’alibi degli infortuni ma trova sulla sua strada un Moenchengladbach che e’ tornato competitivo dopo un inizio di stagione deprimente. Ostico anche il compito della Lazio in casa del Celtic, che in campionato viene da un poderoso 6-0 col Ross County. Tra le altre gare di rilievo Partizan-Manchester United, una dei tanti scontri al vertice dei girone, come Porto-Rangers, Ludogorets-Espanyol, Gent-Wolfsburg e Getafe-Basilea. Facili gli impegni di Arsenal e Siviglia contro Vitoria e Dudelange.

Advertisement

Sport

Moto, svelata la nuova Ducati: obiettivo è vincere

Avatar

Pubblicato

del

Livrea rossa con dettagli neri e cromati per la Ducati Desmosedici GP20. La moto che correra’ nel campionato motogp 2020 e’ stata svelata questa sera nello storico Palazzo Re Enzo, in Piazza Maggiore nel centro di Bologna. Durante l’evento, i due piloti ufficiali Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, insieme all’ad di Ducati Motor Holding Claudio Domenicali e al direttore generale Luigi Dall’Igna, hanno svelato le nuove grafiche delle Desmosedici GP 20.

Tutti d’accordo sull’obiettivo stagionale: provare a vincere Le nuove livree, sulle quali predomina il colore rosso e spiccano alcuni dettagli neri e cromati, faranno la loro prima apparizione in gara il prossimo 8 marzo in Qatar, in occasione del Gran Premio inaugurale della stagione MotoGP 2020. Una nuova emozionante stagione e’ quindi ormai alle porte, con il primo appuntamento previsto dal 7 al 9 febbraio in Malesia con i test ufficiali MotoGP a Sepang. “Lo scorso anno ci siamo riconfermati per la terza volta consecutiva vicecampioni del mondo alle spalle di Marc Marquez – ha commentato Andrea Dovizioso – un pilota che ha sicuramente fatto la differenza, ma anche noi abbiamo dato il massimo gestendo al meglio le nostre potenzialita’.

 

Ogni anno ha la sua storia ed e’ difficile prevedere come andra’ la stagione 2020. Cio’ che e’ chiaro e’ il nostro obiettivo: lottare per il titolo anche quest’anno. Sia io che Ducati stiamo lavorando sodo per tornare in pista ancora piu’ forti”. “Il 2019 e’ stato il mio miglior anno in MotoGP in termini di risultati – le parole di Danilo Petrucci – ma soprattutto ho ottenuto la mia prima vittoria al Mugello in una gara fantastica davanti al pubblico di casa e ai tifosi Ducati. E’ un risultato che mi ha dato molta fiducia e che mi spinge a voler migliorare anche quest’anno”. “Siamo nel cuore della motorvalley, una regione straordinaria tra Maserati, Pagani, Dallari e certamente la Ducati, che ha sede a Borgo Panigale – le parole di Domenicali – Le corse rappresentano un investimento molto importante per noi, e’ il cuore della ricerca e dello sviluppo. Crediamo che l’investimento sia un fattore chiave per mantenere la competitivita’ dell’azienda e del Paese in generale”. “Il 2020 sara’ un anno intenso e impegnativo, anche perche’ il calendario prevede venti gare e i nostri avversari saranno sicuramente molto competitivi – ha sottolineato il dg Luigi Dall’Igna – e quindi dovremo impegnarci tutti ancora di piu’: per questo abbiamo lavorato sodo durante l’inverno per poter offrire ad Andrea e Danilo una Desmosedici GP20 che gli permetta di essere protagonisti in ogni gara e in qualsiasi condizione”.

Continua a leggere

Sport

Il Napoli presta Tonelli alla Sampdoria, c’è obbligo di riscatto

Avatar

Pubblicato

del

Lorenzo Tonelli e’ un nuovo giocatore della Sampdoria, il difensore e’ arrivato in queste ore a Genova: domani mattina visite mediche e poi nel pomeriggio si allenera’ con la squadra blucerchiata. Sara’ subito a disposizione per la delicata partita in programma domenica al Ferraris contro il Sassuolo. La trattativa si e’ sbloccata sulla base del prestito con obbligo di riscatto al termine della stagione per 2,5 milioni di euro piu’ bonus. Lascia il Napoli e ritrova la Sampdoria con cui aveva giocato nella passata stagione.

Continua a leggere

Sport

Europei pallanuoto: Settebello saluta, testa a Tokyo

Avatar

Pubblicato

del

Il Settebello campione del mondo fa flop all’Europeo di pallanuoto di Budapest, battuto nei quarti 10-8 dal Montenegro, imitando a a 24 ore di distanza la sorte delle ragazze, anche loro fermate sulla soglia della semifinale, ma dalla Russia. La squadra campione del mondo in carica, gia’ col pass per per le Olimpiadi in tasca, paga un deludente 3/16 con l’uomo in piu’ e rimane ancora una volta fuori dal podio europeo. L’ultima medaglia, un bronzo, risale al 2014, conquistata proprio a Budapest ma ora l’obiettivo e’ un altro. Il ct, Alessandro Campagna, aveva avvertito i suoi del rischio Montenegro ma non fa drammi, invitando a “resettare quanto fatto di buono, analizzare gli errori commessi e prepararsi al meglio e con maggiore umilta’ ai prossimi impegni, soprattutto alle Olimpiadi”. Nella sua analisi, il tecnico azzurro sottolinea quelle che sono state le carenze: “Bisognava essere piu’ concentrati dall’inizio alla fine e in superiorita’ numerica e’ andata malissimo – spiega -. Non solo. Abbiamo anche incassato alcuni gol evitabili dalla distanza ed a uomini pari. Noi confermiamo che a gennaio non giochiamo bene ed abbiamo un passo inferiore rispetto all’estate. Questo e’ un dato di fatto”. Non sono mancati i complimenti all’avversario, che “ha giocato una gran partita, limitando le nostre caratteristiche: Evidentemente ci hanno studiato molto bene. Peccato, nulla da rimproverare ai ragazzi che ci hanno creduto fino alla fine. E’ la legge dello sport”. Forse anche una differenza di motivazioni ha inciso, come ricorda il capitano azzurro, Pietro Figlioli: “Loro si stanno giocando la qualificazione olimpica, ma hanno capitalizzato i nostri errori e sono andati avanti, alla fine anche di tre gol – dichiara – Giocare dovendo sempre rincorrere il risultato, diventa un’altra partita. Questo match deve essere un punto di riferimento per crescere, migliorare e non commettere piu’ certi errori in futuro”. Dai parziali (3-3, 3-4, 1-2, 1-1) emerge una partita equilibrata, come pero’ non e’ in vasca, dato che il Montenegro sfrutta meglio le superiorita’ (5-12) e non sbaglia i rigori come invece capita all’Italia. Nell’ultimo quarto, finiti a -3, gli azzurri provano un’ultima reazione proprio con Figlioli che segna il 10-8 a meta’ tempo, ma il Montenegro sterilizza la gara e si assicura l’accesso alla semifinale. Per l’Italia, il sogno continentale e’ ancora rimandato.

Continua a leggere

In rilievo