Collegati con noi

Sport

Calcio ferma, si muove il mercato: il Napoli pensa a Jovic, la Roma sogna Castrovilli, il Milan vende Donnarumma

Avatar

Pubblicato

del

Grandi manovre alla Roma. Quando tutto tornerà alla normalità il club giallorosso si muovera’ sul mercato e, cercando di non far saltare i conti, si muovera’ tenendo presente che dopo la pandemia l’Uefa dovrebbe allentare i vincoli del fai play finanziario. Sembra comunque che, a meno di conquistare un posto in Champions, Smalling non verra’ riscattato perche’ il Manchester United non abbassa le richieste. Cosi’ si andra’ alla ricerca di un nuovo centrale (piace Robson Bambu, titolare dell’Olimpica brasiliana), e nei progetti c’e’ di dare maggior spazio a Ibanez e Cetin per via di una possibile cessione anche di Fazio. Il grande obiettivo romanista e’ Castrovilli, per il quale pero’ la Fiorentina ha respinto l’offerta di 40 milioni fatta dal Napoli. A Trigoria contano d’inserire Florenzi nella trattativa, perche’ l’ex capitano tornera’ da Valencia e piace alla Viola. L’alternativa a Castrovilli e’ Bonaventura, che piace anche alla Lazio. Per l’attacco a Trigoria si punta a far rientrare El Shaarawy dalla Cina: a Shangai il Faraone prende 14 milioni all’anno ma la nostalgia dell’Italia e’ forte e, pur di tornare in giallorosso, sarebbe disposto a scendere a 3 milioni. Alla Roma continua poi a piacere molto Gravenberch, 17enne talento dell’Ajax. Il Milan e’ entrato nell’ordine d’idee di privarsi di Donnarumma (sul quale lavorano Juventus e Psg) e l’eventuale sostituto verrebbe scelto tra Meret e Musso. Per l’attacco piace Milik, il cui posto nel Napoli dovrebbe essere preso da Jovic, in uscita dal Real cosi’ come Mariano Fernandez, che piace ai rossoneri e alla Roma, ma che per venire in Italia dovra’ abbassarsi l’ingaggio. Dalla Spagna Suso ha fatto sapere di voler rimanere a Siviglia. In Brasile il presidente del Santos Jose’ Carlos Peres ha confermato che la Juventus si e’ informata su Kaio Jorge, ennesimo talento uscito fuori dal prolifico vivaio del ‘Peixe’: il problema e’ che questo ragazzo ha una clausola rescissoria per l’estero pari a 75 milioni di euro, ma il Santos p disposto a trattare. Si muove anche l’Inter, a cui servira’ un difensore perche’ Godin ha deciso di andarsene dopo appena un anno in nerazzurro. L’obiettivo di Marotta e’ Kumbulla del Verona, per il quale si e’ mosso anche il ds della Lazio Igli Tare. Il Napoli cerca un esterno basso a sinistra e l’obiettivo e’ il croato Barisic dei Rangers Glasgow: la richiesta degli scozzesi e’ 7 milioni di euro.

Advertisement
Continua a leggere

Sport

Coronavirus: Ceferin, coppe europee da finire entro il 3/8

Avatar

Pubblicato

del

 “Il 3 agosto tutto dovra’ essere completato, sia in Champions che in Europa League. Stiamo vivendo una situazione straordinaria e dobbiamo essere flessibili”. Aleksander Ceferin, presidente dell’Uefa, in un’intervista all’emittente tedesca Zdf, fissa la data-limite per la chiusura dei tornei europei per club 2019/20. E’ possibile giocare con il sistema attuale o con partite secche, sorteggiando il nome della squadra che gioca in casa o fuori; oppure si puo’ stabilire di giocare in campo neutro. Per adesso la ‘final eight’ o ‘four’ e’ teoria”, ha aggiunto il n.1 del calcio europeo. “L’unica decisione sbagliata sarebbe quella di mettere in pericolo la salute di giocatori, tifosi, arbitri, tifosi, addetti ai lavori. Ma, se ci sono le condizioni di sicurezza, non vedo alcun problema”. “Esistono diversi piani per ricomniciare i tornei – ha concluso -: alcuni prevedono il ritorno in campo a maggio, altri a giugno e altri a luglio. Tuttavia, se non sara’ possibile, non si torna a giocare. C’e’ un gruppo di lavoro formato da rappresentanti Uefa, delle Leghe e dei club, ma la decisione spettera’ alle autorita’ governative nazionali. La possibilita’ di giocare a porte chiuse esiste”.

Continua a leggere

Sport

Coronavirus, se vi sentite soli e non sapete cosa fare mandate un messaggio a Maria Sharapova

Avatar

Pubblicato

del

E’ una star del tennis anche ora che ha smesso, per il suo fascino e le sue iniziative pubblicitarie oltre che per i suoi successi in campo; ora Maria Sharapova ha riservato un colpo a sopresa per i fan. Con un messaggio via social dalla sua quarantena negli Stati Uniti, ha ‘regalato’ il suo numero privato di telefono invitando tutti a mandarle un messaggio con pensieri dall’isolamento per l’emergenza coronavirus, domande, e se possibile anche qualche buona ricetta per passare il tempo. “Mandate i vostri messaggi, rispondero’ a tutti”, dice Sharapova in un messaggio video postato su Instagram e Twitter. L’idea, confessa la 32enne tennista russa, e’ venuta quando la settimana scorsa ha avuto una conference call con 150 tifosi – spinta dallo sponsor – e ha capito “quanto sia importante non perdere il contatto umano in questi giorni”. La frase iniziale del messaggio (“ho appena ricevuto un 310”, con riferimento al prefisso degli Stati Uniti) lascia in ogni caso intendere che Sharapova abbia si’ ‘regalato’ il suo numero, ma non esattamente quello privato.

Continua a leggere

Sport

Coronavirus: protocollo atleti, fra tamponi e test

Avatar

Pubblicato

del

Tamponi di controllo per la positività al coronavirus e test per individuare eventuali immunita’. Sono le principali, indicazioni del protocollo sanitario, il primo. che la Federazione medico sportiva italiana (Fmsi) ha stilato in vista della possibile ripresa dell’attivita’ sportiva e agonistica. In altre parole si tratta di una serie di raccomandazioni e di indicazioni alle Federazioni, che rappresentano un vero e proprio protocollo per la riammissione degli atleti agli allenamenti e ai successivi controlli di routine, nelle quali gli sportivi vengono suddivisi in tre gruppi – positivi, immuni e non immuni – e si stabilisce la cadenza dei controlli necessari. Il protocollo prevede anche indicazioni generali per la sicurezza degli ambienti sportivi, con raccomandazioni specifiche nei casi di atleti che siano risultati positivi. La Federazione medico sportiva, in qualita’ di Federazione medica del Coni e unica societa’ scientifica accreditata dal ministero della Salute per la medicina dello sport, ha ritenuto opportuno fornire raccomandazioni ben precise, nell’attesa che il carrozzone dello sport si rimetta in marcia, in funzione delle decisioni che saranno assunte riguardo la data effettiva della ripartenza dell’attivita’. Per le discipline sportive dilettantistiche, la Fmsi ritiene consigliabile proseguire lo stop agli allenamenti e alle gare oltre il 13 aprile, giorno di Pasquetta. Per le discipline professionistiche, ove si ravvisi la possibilita’ di una ripresa, la Fmsi – assieme al proprio Comitato scientifico di esperti – ha elaborato il protocollo di screening ad hoc, che dovra’ essere effettuarsi prima della ripartenza in chiave di prevenzione; i test per il monitoraggio constante delle condizioni degli atleti; le indicazioni generali per la sicurezza degli ambienti sportivi, comprese le raccomandazioni specifiche nei casi di atleti risultati positivi al coronavirus. Per quanto riguarda le misure di protezione e di sicurezza, da osservarsi negli impianti sportivi, negli spogliatoi, nei locali comuni e nei servizi igienici degli impianti stessi, ma anche nella gestione delle relazioni all’interno della squadra e con lo staff, la Fmsi rendera’ note nei prossimi giorni le opportune indicazioni, allorquando le preposte istituzioni autorizzeranno la ripresa dell’attivita’. Alla luce delle evidenze scientifiche e tecnologiche internazionali, costantemente monitorate dalla Fmsi, e dei follow-up relativi agli atleti positivi, il protocollo medico potra’ essere aggiornato. Stando al protocollo attuale gli atleti vengono divisi tra quelli positivi accertati e guariti e quelli che, su giudizio del responsabile sanitario, abbiano avuto sintomi riferibili e gli atleti asintomatici nel periodo (non testati). Il riferimento e’ anche a coloro che sono stati a contatto con positivi, ma sono rimasti asintomatici e non sono stati testati, come lo staff tecnico, societario o i loro familiari.

Continua a leggere

In rilievo